Il messaggio del Presidente Enrico Celin ai Soci ANGAISA

Riportiamo di seguito il testo della comunicazione inviata il 20 marzo a tutti i Soci ANGAISA, in relazione all’emergenza coronavirus.

Carissimi Soci,

questi sono giorni davvero difficili, per non dire drammatici, per milioni di famiglie e migliaia di imprese italiane.

I danni enormi che l’ “effetto coronavirus” sta producendo, giorno dopo giorno, riguardano il tessuto sociale ed economico nazionale, e stanno mettendo in ginocchio interi settori.

Per quanto riguarda il comparto ITS, molte aziende che operano nella filiera hanno deciso di chiudere temporaneamente l’attività o di ridurla in maniera significativa, nel rispetto delle norme e delle ordinanze locali a cui ci dobbiamo attenere tutti scrupolosamente.

In questo momento, nessuno di noi può prevedere quando passerà l’onda lunga di questo vero e proprio tsunami globale; l’imperativo è “resistere” e cercare di attutire, nei limiti del possibile, le conseguenze di questa imprevedibile emergenza.

Come associazione, stiamo cercando di mettervi a disposizione un flusso costante di informazioni e indicazioni operative, legate in particolare alle misure straordinarie che il Governo ha già adottato e adotterà in futuro, e che hanno l’obiettivo di garantire la tenuta del “Sistema Paese”.

Le prime misure contenute nel decreto “Cura Italia” appaiono francamente insufficienti, e non mancheremo di far sentire la nostra voce, attraverso Confcommercio, affinché venga data la massima priorità a nuove e più incisive iniziative, a partire da quelle che dovrebbero consentire di garantire alle imprese la liquidità necessaria.

Nel frattempo non possiamo che cercare di fare tutti la nostra parte, nella convinzione che, presto o tardi, ci sarà, inevitabilmente, un “dopo coronavirus” e saremo tutti chiamati a giocare una nuova, non meno impegnativa, partita.

Con le forze che avremo a disposizione e con le aziende partner che avranno potuto e voluto continuare a mettersi in gioco e a “fare sistema”, anche in questo periodo di enormi difficoltà.

E’ chiaro che ANGAISA non può e non intende in alcun modo entrare nel merito degli accordi commerciali che caratterizzano il rapporto fra distributori e produttori (associati e non).

Ci limitiamo ad auspicare che questo rapporto, oggi più che mai, possa proseguire all’insegna della massima collaborazione reciproca, nella consapevolezza che questa filiera deve continuare a rappresentare – per tutti noi – un patrimonio imprescindibile anche e soprattutto nei prossimi mesi e anni.

Nei prossimi giorni avremo modo di riprendere il dialogo con molte fra le più rappresentative associazioni di categoria del settore ITS, per parlare di mercato e non solo, e per cominciare a condividere, nei limiti del possibile, strategie e iniziative a supporto di tutti gli operatori del comparto.

Siamo e saremo sempre e comunque a vostra disposizione per raccogliere spunti, riflessioni e suggerimenti.

In attesa di poter festeggiare insieme un sia pur lento ritorno alla normalità, vi invio i miei più cordiali saluti… un grande “in bocca al lupo” a tutti noi!

Il Presidente ANGAISA – Enrico Celin