Le “cose da fare”: una lista sola non basta!

Un elenco di cose da fare può aiutarti a organizzare le attività e rimanere concentrato, ma può anche diventare opprimente quando è troppo lungo e non sai cosa affrontare dopo. Prova a tenere tre elenchi e un calendario. Per iniziare, pensa a tutti i compiti che ti sono stati assegnati. Quali di questi devono essere veramente portati a termine (è possibile che ce ne siano alcuni che non devi svolgere)? E quali sono veramente urgenti? Nel primo elenco delle cose da fare, annota i progetti importanti ma non sensibili al fattore tempo. Nel secondo, scrivi le cose che sono importanti e che devono essere fatte oggi. La terza sarà una lista delle cose da non fare, per ricordati quali attività non valgono il tuo tempo e quali possono essere fatte da qualcun altro. Quindi utilizza il calendario per bloccare il tempo per ogni attività importante in base alla sua scadenza. Una volta che avrai il controllo delle tue priorità, ti sentirai libero di concentrarti su ciò che davvero conta per te.

Tratto dall’articolo “Taming the Epic To-Do List”, di Allison Rimm (Harvard Business Review). Ricordiamo che grazie all’accordo-quadro ANGAISA/Strategiqs Edizioni – rinnovato nei giorni scorsi – tutte le aziende associate possono abbonarsi alla rivista Harvard Business Review Italia usufruendo di uno sconto del 30%. Per informazioni: convenzioni@angaisa.it