Management. Non dite che cambiare è difficile…

In collaborazione con Harvard Business Review Italia, pubblichiamo un breve estratto dall’articolo “Overcome Resistance to Change with Two Conversations”, di Sally Blount e Shana Carroll
Quando un’iniziativa di cambiamento incontra un ostacolo, i leader spesso ricordano alle persone che “cambiare è difficile”. Ma questa vecchia massima può diventare una profezia che si auto-avvera. Sconfitte o ritardi temporanei possono essere considerati fatali e portare a una disaffezione di massa dei dipendenti coinvolti. Provate invece a cambiare registro. In uno studio dell’università di Chicago, i ricercatori sono riusciti a modificare il punto di vista dei partecipanti ricordando loro che alla maggior parte della gente basta un piccolo sforzo per migliorare. Invece di accettare che le iniziative hanno raramente successo, ricordate a voi stessi e al vostro team che per tutta la vita avete appreso nuove competenze e vi siete adattati a nuovi contesti. E tutte le volte che sentite l’impulso di dire che “cambiare è difficile”, fate un’affermazione diversa, una che è altrettanto vera: adattarsi è la regola dell’esistenza umana, non l’eccezione.
Grazie all’accordo-quadro ANGAISA/Strategiqs Edizioni tutte le aziende associate possono abbonarsi alla rivista Harvard Business Review Italia usufruendo di uno sconto del 30%
Per informazioni: convenzioni@angaisa.it