Proroga fino al 2024 per sconto in fattura e cessione del credito

Il Presidente Mattarella ha firmato la legge di bilancio, costituita da 219 articoli, che passerà ora al Senato per l’avvio del relativo iter parlamentare. Per quanto riguarda i bonus fiscali, sono state sostanzialmente accolte le richieste di ANGAISA e di altre associazioni del comparto edilizio; la proroga dei bonus ristrutturazioni e dell’ecobonus fino al 2024 sarà infatti accompagnata da una analoga proroga dello sconto in fattura e dalla cessione del credito. Per quanto riguarda il superbonus 110% i due meccanismi resteranno applicabili fino al 2025, ma l’aliquota di riferimento (con modalità applicative differenziate per condomini e unità unifamiliari) scenderà al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. Per ora resta confermata l’introduzione del limite ISEE di 25mila euro annui per potersi avvalere del Superbonus, in caso di spese sostenute entro il 31.12.22 relative a lavori su abitazioni unifamiliari (cd. “villette”).