Dati 2019, l’Istat conferma il rallentamento della crescita

09/24/2020Mercato

Si tratta della crescita più bassa dal 2014, quando si era registrato un Pil stazionario. “La stima aggiornata dei conti economici nazionali conferma il significativo rallentamento della crescita dell’economia nel 2019, con un tasso di variazione del Pil dello 0,3% a fronte di un incremento dello 0,9% nel 2018”, commenta l’Istat nel nuovo rapporto dedicato ai conti economici nazionali. Sulla base dei nuovi dati, prosegue l’istituto di statistica, nel 2018 il Pil in volume è cresciuto del +0,9%, con una revisione al rialzo di 0,1 punti percentuali rispetto alla stima di marzo. Nel 2019 il Pil italiano ai prezzi di mercato risulta pari a 1.789.747 milioni di euro correnti, con una revisione al rialzo di 2.083 milioni rispetto alla stima di marzo scorso. Per il 2018, invece, il livello del Pil risulta rivisto verso l’alto di 4.895 milioni di euro. Lo scorso anno, rileva l’Istat nei “conti economici nazionali”, la pressione fiscale complessiva – ammontare delle imposte dirette, indirette, in conto capitale e dei contributi sociali in rapporto al Pil – è risultata pari al 42,4%, in aumento rispetto al 41,7% dell’anno precedente. Cresce inoltre il reddito disponibile delle famiglie nel 2019. Lo scorso anno infatti, segnala l’Istat, il reddito disponibile delle famiglie consumatrici ha segnato nel 2019 una crescita del +1% in valore e del +0,5% in termini di potere d’acquisto.

Condividi

Altri aggiornamenti in "Mercato"

Ristrutturate 47mila villette grazie al Pnrr

Sono 46.922 le villette che in Italia hanno potuto attingere ai fondi del Pnrr per interventi di ristrutturazione legati al Superbonus, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro. Ai quali vanno aggiunti altri 7 miliardi impiegati da 13.833 condomini, per un...

leggi tutto