Industria ceramica in allarme per i prezzi delle forniture

06/05/2021Mercato

“Le forti tensioni che registriamo sul fronte dei costi stanno vanificando la ripresa: materie prime come feldspati e caolino segnano aumenti superiori al 10%, i prezzi dei pallet sono schizzati in alto del 30%, quelli delle scaffalature in ferro addirittura raddoppiati, così come quelli di metano (passato da 8 eurocent/mc a 19) e dei noli marittimi, per non parlare della carenza di container e dei tempi di attesa indefiniti per spedire via mare”. Questo l’allarme lanciato da Giovanni Savorani (nella foto), Presidente di Confindustria Ceramica, in occasione di un’intervista rilasciata nei giorni scorsi al Sole24Ore. “I mercati internazionali valgono oltre l’80% del nostro fatturato e le forti tensioni che registriamo sul fronte dei costi stanno vanificando la ripresa. A sua volta, il rimbalzo post Covid sta diventando un problema invece di un’opportunità, il breve orizzonte temporale delle agevolazioni pubbliche non fa che esasperare i boom e gli sboom di domanda, l’industria ha invece bisogno di stabilità e programmazione”.

Condividi

Altri aggiornamenti in "Mercato"

Ristrutturate 47mila villette grazie al Pnrr

Sono 46.922 le villette che in Italia hanno potuto attingere ai fondi del Pnrr per interventi di ristrutturazione legati al Superbonus, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro. Ai quali vanno aggiunti altri 7 miliardi impiegati da 13.833 condomini, per un...

leggi tutto