La filiera delle costruzioni presenta la campagna “ecosismabonus”

09/21/2018Mercato

La campagna #EcoSismabonus, presentata nei giorni scorsi dalla filiera delle costruzioni (di cui fanno parte, fra gli altri, ANCE e Federcostruzioni, insieme ad Anaci e Legambiente) ha l’obiettivo di far conoscere ai cittadini le opportunità legate all’utilizzo dei bonus fiscali per realizzare a basso costo e in tempi rapidi efficaci interventi di ristrutturazione e riqualificazione della propria casa e di interi condomini. Il patrimonio edilizio abitativo in Italia non risponde più alle esigenze di salute e sicurezza dei cittadini e necessita dunque di un profondo rinnovamento, non solo per migliorare la qualità della vita ma anche per prevenire danni e rischi per le persone. E’ ora di puntare a un programma serio di prevenzione e di riduzione dei rischi che trova nell’Ecobonus e nel Sismabonus due strumenti particolarmente efficaci. Oggi, ad esempio, per lavori di manutenzione ordinaria si spendono circa 40 miliardi all’anno, circa la metà di quanto costerebbe un piano di manutenzione programmata – che darebbe valore aggiunto all’edificio e consentirebbe nel tempo risparmi economici importanti – per gestire la linea di sicurezza su tutti i fabbricati. La filiera si appella perciò al Governo affinché con la prossima legge di bilancio confermi e potenzi queste misure indispensabili per attivare un grande piano di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici che i cittadini attendevano da tempo. Anche ANGAISA sta portando avanti, come già avvenuto negli anni scorsi, un’iniziativa di sensibilizzazione nei confronti del Governo, affinché vengano confermati gli incentivi che di fatto hanno sostenuto il settore anche negli anni più difficili della crisi.

Condividi

Altri aggiornamenti in "Mercato"

Ristrutturate 47mila villette grazie al Pnrr

Sono 46.922 le villette che in Italia hanno potuto attingere ai fondi del Pnrr per interventi di ristrutturazione legati al Superbonus, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro. Ai quali vanno aggiunti altri 7 miliardi impiegati da 13.833 condomini, per un...

leggi tutto