Rapporto CRESME, edilizia in crescita fino al 2021

13/12/2019Mercato

Nei giorni scorsi il CRESME ha presentato il nuovo rapporto congiunturale sul settore delle costruzioni. I nuovi dati testimoniano il consolidamento del trend positivo relativo agli investimenti nel rinnovo del patrimonio immobiliare esistente (previsioni: +3% nel 2019, +1,8 nel 2020 e +1,7% nel 2021), con una brusca e in parte inattesa accelerazione anche per quanto riguarda gli investimenti in nuove costruzioni: +3,1% nel 2019, +3,7% nel 2020 e +2,6% nel 2021. Secondo il CRESME a trainare sono soprattutto le opere pubbliche. Tornano a crescere anche le nuove costruzioni residenziali (+3,8% nel 2019, +2,5% nel 2020) e non residenziali (+3% nel 2019, +2% nel 2020). Complessivamente le previsioni CRESME ipotizzano una crescita complessiva del 3% per quanto riguarda gli investimenti totali (nuove costruzioni e rinnovo) nel 2019, e successivamente del 2,4% nel 2020 e del 2% nel 2021.

Condividi

Altri aggiornamenti in "Mercato"

Ristrutturate 47mila villette grazie al Pnrr

Sono 46.922 le villette che in Italia hanno potuto attingere ai fondi del Pnrr per interventi di ristrutturazione legati al Superbonus, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro. Ai quali vanno aggiunti altri 7 miliardi impiegati da 13.833 condomini, per un...

leggi tutto